Auto e moto in rosa

Condivisione di saperi sui motori

Archive for settembre 2008

Temperatura dell’acqua

Pubblicato da autoemotoinrosa su settembre 28, 2008

Non so se avete mai fatto caso ma nel cruscotto accanto al tachimetro, c’è un indicatore con un termometro. Quello indica la temperatura dell’acqua del radiatore. In genere la lancetta non dovrebbe superare la metà della scala graduata. Dovete sapere che la temperatura dell’acqua va tra gli 80° e i 100°.

Ieri mentre andavo al supermercato questa lancetta è arrivata quasi sul rosso (130°) e fra un pò non fondevo o bruciavo la guarnizione della testa del motore (costo presunto 600€…). Alchè il mio ragazzo ha tirato un urlo e abbiamo spento subito il motore. Grazie alla conformazione della strada (eravamo in discesa) siamo giunti al supermercato in folle. Lì aperto il cofano (dopo aver aspettato un po’, per evitare che eventuale acqua in ebollizione ci schizzasse addosso), piano piano abbiamo aperto il tappo del serbatoio dell’acqua. Non c’era più acqua nel radiatore!!!. Allora abbiamo comprato dell’acqua distillata al supermercato (almeno 2litri) e l’abbiamo aggiunta, dopo a casa abbiamo anche messo un po’ di antigelo.

Morale della favola: per evitare che la vostra auto fumi dal cofano come nei film americani, ogni tanto controllate il livello dell’acqua del radiatore e buttate di tanto in  tanto un occhio sull’indicatore della temperatura.

Pubblicato in: esperienze | Contrassegnato da tag: , , , , , | 6 Comments »

Cambio dell’olio su una Vespa 125 lx

Pubblicato da autoemotoinrosa su settembre 23, 2008

A fine stagione, dopo aver percorso molti km con la mia vespetta, ho dovuto far il cambio dell’olio motore. Questa operazione ( a differenza delle altre precedentemente descritte) richiede una certa esperienza e manualità.

Gli utensili utilizzati: una chiave a brugola dell’8, una chiave a cricchetto con prolunga, snodo, bussola del 10, bussola del 24,cacciavite a stella, pinza a becco lungo dritto, pinza a pappagallo, imbuto, vaschetta per raccogliere l’olio esausto.

attrezzi

attrezzi utilizzati

Per prima cosa c’è da smontare il paracalore della marmitta. (guardate la freccia rossa)

 

paracalore
 
 
In secondo luogo svitiamo i dadi di tenuta della marmitta, uno si svita con la chiave a tubo del 10 senza snodo, per l’altro è necessario lo snodo (e molta pazienza!)
prigionieri marmitta

prigionieri marmitta

quindi svitiamo ccon la brugola dell’8 i supporti della marmitta

supporti

supporti

poi mettiamo lo scooter sul cavalletto laterale, e con la chiave con la bussola del 24 svitiamo il tappo di scarico dell’olio mettendo prima una vaschetta sotto.

tappo olio

tappo olio

si toglie il filtrino in rete con le pinze a becco lungo e lo si soffia con l’aria compressa

filtrino in rete1

filtrino in rete1

  

 filtrino in rete2

 

 

 

 

 

 

poi svitiamo con la chiave a pappagallo (come in foto) il filtro dell’olio

 

filtro olio

filtro olio

prendiamo il filtro dell’olio nuovo, lubrifichiamo la guarnizione con un po’ d’olio esausto, versiamo un po’ d’olio NUOVO nel filtro in modo che all’avviamento il motore quando aspira l’olio, non abbia vuoti o carenze di pressione.

ungere guarnizione

ungere guarnizione

riavvitiamo il filtro a mano e lo stringiamo, possibilmente a mano, ma se non siamo sicuri gli si può dare ancora un mezzo giro con la chiave a pappagallo. Quindi riposizioniamo il filtrino in rete nella sua sede e riavvitiamo il tappo dell’olio, senza stringere a “morte”. Stringiamo quanto basta.

a questo punto mettiamo l’olio nuovo nel motore, ne basta 1 kg, olio sintetico 100% con gradazione termica SAE 5-40 W e caratteristiche che siano almeno API SJ o superiori. Va bene anche l’olio d’auto purchè con queste caratteristiche.

rabbocco olio

rabbocco olio

Dopo aver messo tutto l’olio accendiamo il motore. La spia rossa dell’olio si DEVE SPEGNERE dopo pochi secondi, altrimenti spegnamo subito il motore e verifichiamo il livello dell’olio. Il livello dell’olio si verifica pulendo l’astina ed avvitandola fino in fondo nella sua sede. Quindi si impregna d’olio, la svitiamo e l’olio dele essere alla tacca di centro.

Infine l’olio esausto lo riponiamo in una bottiglia di plastica o altro contenitore e lo portiamo al rivenditore di olio o al consorzio degli olii esausti assieme al relativo vecchio filtro. Ciò perchè è tutto materiale che è altamente inquinante se gettato in natura, ma portato nei centri apposta viene adeguatamente riciclato.

smaltimento olio

smaltimento olio

Pubblicato in: manutenzione | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 13 Comments »

Presentazione di autoemotoinrosa

Pubblicato da autoemotoinrosa su settembre 19, 2008

Non so se può interessare a qualcuno ma vi metto a disposizione le slide di presentazione/analisi di questo blog…a presto! presentazioneblog

Pubblicato in: novità | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bollo Auto: finiremo mai di pagarlo?

Pubblicato da autoemotoinrosa su settembre 12, 2008

La notizia era uscita ad aprile: Berlusconi aveva annunciato che avrebbe abolito il bollo auto nella seconda metà della legislatura. Speriamo che questa promessa venga effettivamente mantenuta anche perchè se aboliamo l’ICI perchè la casa è un bene primario, allora per forza dobbiamo anche eliminare il bollo auto perchè sicuramente al giorno d’oggi anche l’auto è un bene primario!

In secondo luogo siamo gli unici nell’Unione Europea a pagare questa tassa e siccome in Italia si paga anche la tassa sull’ombra della tenda ( io pago anche quella!) e fra poco anche sull’aria che si respira, spero proprio che si agisca in fretta e non nei soliti tempi italiani degni di un poema omerico.

Pubblicato in: novità | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Bollo Auto: bisogna sempre pagarlo?

Pubblicato da autoemotoinrosa su settembre 2, 2008

Il Bollo Auto è una tassa sulla proprietà del mezzo (auto o moto). Normalmente va pagato ogni anno, il costo varia a seconda della potenza della vostra vettura e in base alla vostra regione di residenza. Per calcolarlo cliccate qui. Il bollo può essere pagato presso gli sportelli dell’ACI, dal tabaccaio, in posta o nelle agenzie di pratiche auto (soltanto alcune regioni accettano il pagamento on line). Se non lo pagate vi potrebbe giungere un avviso di mancato pagamento dopo qualche anno. Quest’avviso comprenderà la richiesta di pagamento del bollo più una mora.

Se pagate il bollo dovete conservare le ricevute perchè vi potrebbe arrivare lo stesso l’avviso di mancato pagamento (e così lo Stato non vi può fregare ulteriormente!).

Se siete propietari di un un mezzo (auto o moto) che ha più di 30 anni, siete esentati dal pagamento del bollo in quanto il mezzo diventa di interesse storico. Invece per i mezzi con più di 20 anni, l’esenzione del bollo è vincolata all’iscrizione del mezzo ad un registro storico (FMI, ASI, Registro storico FIAT, Lancia, Alfa Romeo…ecc.) e alla non circolazione su strada in quanto per questi veicoli il bollo diventa tassa di circolazione per cui va pagato, in misura ridotta, solo se si circola. Però in alcune regioni, come la liguria, va pagato indifferentemente.

Pubblicato in: novità | Contrassegnato da tag: , , , , | 25 Comments »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.